alta val taro nella resistenza
Read Online
Share

alta val taro nella resistenza

  • 784 Want to read
  • ·
  • 21 Currently reading

Published by Anpi in Parma .
Written in English


Book details:

Edition Notes

Italian text.

StatementGiacomo Vietti.
The Physical Object
Pagination469p.
Number of Pages469
ID Numbers
Open LibraryOL19997107M

Download alta val taro nella resistenza

PDF EPUB FB2 MOBI RTF

La Repubblica partigiana della Val Taro è uno dei territori liberi costituiti a nord della linea ogo del territorio fu il piccolo centro di Compiano, sede del Comando Divisione Nuova Italia e centro coordinatore delle brigate partigiane operanti nella valle e della civica amministrazione del Territorio libero del Taro. L'esperienza ebbe luogo tra il giugno e il luglio del Tratto dal libro L’Alta Valtaro nella Resistenza Giacomo Vietti LA BATTAGLIA DI BORGOTARO APRILE Borgotaro viene liberata il 9 aprile, alcuni giorni prima dello sfondamento alleato alla linea Gotica, in un momento in cui tutto il fronte italiano era fermo, nel corso della complessa azione che porta alla distruzione di tutte le guarnigioni tedesche e fasciste dai passiÂ. La valle del Taro, in epoca preromana, era abitata dai Liguri velleiati. Con l’estendersi dell’occupazione di questi territori da parte dei Galli prima e dei Romani poi, i Liguri si attestarono nella Liguria propriamente detta dopo una strenua difesa sui monti dell’Alta Val Taro.   Natura, sport, cultura, gastronomia: l'Alta Val Taro vi invita a conoscere una terra dove regna il buon vivere. Al confine con la Liguria e la Toscana, l'Alta Val Taro si trova nella parte.

Borgotaro e l’alta val Taro erano zone strategiche per le truppe di occupazione. Attraversate da vie di comunicazione vitali per l’esercito tedesco - la ferrovia Parma-La Spezia, la statale 62 della Cisa e quella per Chiavari - andavano difese dagli attacchi costanti dalle formazioni partigiane sorte in valle e composte, in larga parte, da. La Resistenza Durante l’ultima guerra mondiale, l’Alta Valtaro è stata senza dubbio uno degli epicentri più vitali ed importanti della lotta partigiana nell’Emilia di nord-ovest. Servita dalla linea ferroviaria Parma-La Spezia, attraversata dalle rotabili del Passo del Bocco e delle Centocroci e fiancheggiata dalla Statale 62 della. LA RESISTENZA IN VAL CHISONE Con l’armistizio dell’8 settembre , l’intera val Chisone entrò in fermento. Di fatto dissolto, il Regio esercito abbandonò molte delle grandi e piccole fortificazioni disseminate tra lo spartiacque alpino e la pianura pinerolese. Di questa situazione approfittarono i civili, che saccheggiarono ogni. Coordinate. La Val di Taro si trova in Emilia-Romagna, in provincia di Parma, e prende il nome dall'omonimo fiume che nasce dal monte Penna e confluisce, dopo km, nel Po come affluente destro.. Confina a sud con la valle del Vara in Liguria e la val di Magra in Toscana; a ovest con la valle del Ceno e del Recchio; a est con la valle del torrente Baganza.

bassa val di Susa che fruttarono considerevoli quantitativi di armi, munizioni ed esplosivi, oltre alla cattura di diversi nemici. Da marzo, l’assenza di presidi nazifascisti rese di fatto la val Sangone una “zona libera” in cui spettò alla Resistenza governare il territorio, sia . Storia. Borgo val di Taro, considerata la capitale dell'alta Val Taro, vanta una storia lunga e gloriosa.. In realtà, il toponimo Borgo val di Taro è recente, e lo si trova documentato solo dal con il toponimo Borgotaro, mentre la storia di questa terra si trova sotto il nome dell'antica città di "Turris".. Nella romanità. La valle del Taro, in epoca preromana, era abitata dai Liguri. Alta val taro: vedere giro di borderlain,io l'ho solo tagliato nel finale visto che iniziava ad imbrunire e le mie gambe davano segni di cedimento e una forestale mi ha tentato. Spero di aver ripulito tutte le sbavature visto che ogni tanto perdevo la strada. La discesa un po' selvaggia nel nulla è gia. “La stampa nella Resistenza in Valtaro (1° parte) di Giacomo Bernardi L’Alta Valtaro fu senza dubbio uno degli epicentri più vitali e più importanti della lotta partigiana nel nord-Emilia. Geograficamente la Valtaro, come sapete, è posta sul confine di tre regioni: Emilia, Liguria e Toscana.